Rosmarino

Rosmarinus officinalis L.
Famiglia: Lamiaceae

Il rosmarino è una pianta originaria dell’Europa meridionale e dell’Africa settentrionale anche se nel tempo si è diffusa ovunque nelle aree a clima temperato. E’ una specie pioniera steno-mediterranea ed in Italia  è presente un po’ ovunque, ma specialmente nelle regioni del centro-sud; vegeta fino ad un’altezza di 1200 m.s.l.m, anche se predilige aree in prossimità del mare come suggerisce il nome stesso (ros marinus ovvero rugiada del mare). Al genere Rosmarinus appartengono due sole specie anche se esistono diverse varietà botaniche.

Il rosmarino è una pianta arbustiva molto ramificata, perenne, sempreverde, con portamento prostrato o eretto e può raggiungere anche i due metri di altezza. Le foglie sono opposte, lineari, coriacee, a margini rivoltati, di colore verde scuro nella parte superiore mentre di colore più chiaro e cotonose nella parte inferiore in virtù della presenza di peli e ghiandole oleifere. I fiori sono di piccole dimensioni, di colore azzurro-lilla o più raramente roseo-bianco e sono raggruppati in infiorescenze dette spicastri; il frutto è un tetrachenio. La fioritura è scalare nelle regioni mediterranee e avviene praticamente durante tutto l’anno, mentre è limitata al solo periodo primaverile-estivo nei climi più freddi. È una specie molto rustica, longeva e xerofila, adattabile ad ambienti aridi ed abbastanza resistente alle basse temperature, riesce a vegetare anche in suoli ricchi di scheletro e poco profondi; l’ambiente ideale di vegetazione è quello tipico mediterraneo.

Della pianta di rosmarino vengono utilizzate principalmente le foglie e le sommità fiorite. Dal prodotto allo stato fresco viene estratto l’olio essenziale che ha proprietà antibatteriche, spasmolitiche e antiossidanti e contiene idrocarburi monoterpenici, alcooli monoterpenici, esteri, chetoni e sesquiterpeni, mentre il prodotto essiccato viene utilizzato in campo cosmetico ed erboristico in virtù delle sue proprietà dermopurificanti, deodoranti, stimolanti e tonificanti. Il rosmarino trova utilizzo anche nel settore alimentare come aroma per alimenti, ma anche come conservante grazie alla sua azione antibatterica ed antiossidante, ed è inoltre considerata un’ottima pianta mellifera. In campo farmaceutico viene utilizzato come rilassante e coadiuvante contro i dolori artritici; infatti il massaggio o la frizione delle parti interessate attenua i dolori artritici e muscolari ed ha un effetto tonico e rinvigorente sulla pelle attivando la circolazione periferica. Un infuso preparato con foglie e giovani germogli può essere utilizzato come correttivo della pressione sanguigna, ma anche come digestivo e calmante per la tosse; un infuso preparato con foglie e/o giovani rami può essere utilizzato come impacco per le contusioni o semplicemente come detergente per la pelle.