Basilico

Ocimum basilicum L.
Famiglia: Lamiaceae

Il basilico è una pianta originaria delle aree calde asiatiche e africane, adesso diffusa praticamente in tutto il mondo; nell’area mediterranea è stata introdotta nel XVI secolo ed in Italia attualmente risulta essere una specie archeofita casuale naturalizzata in molte regioni, ma principalmente coltivata un po’ ovunque come specie orticola.

Il basilico è una pianta erbacea annuale che può raggiungere una’altezza di 50-70 cm, con fusti eretti che tendono a lignificare alla base e che ramificano prontamente se vengono privati dell’apice; le foglie sono opposte, picciolate, ovate-lanceolate, con margine intero o sparsamente dentellato. I fiori sono di colore bianco-rosato, riuniti in verticillastri portati in posizione apicale; il frutto è un tetrachenio. È una specie longidiurna, che allo stato spontaneo vegeta ad altitudini comprese tre 0-600 m.s.l.m, a temperature ottimali maggiori di 25°C; lo zero di vegetazione è di 2°C.

Le parti della pianta utilizzate sono le foglie ed i fusti freschi o congelati soprattutto per aromatizzare molte vivande, anche se la biomassa vegetale fresca può essere utilizzata per l’ottenimento di oli essenziali i quali trovano impiego in svariati campi d’applicazione. I principali componenti dell’olio essenziale sono pinene, 1-8 cineolo, linalolo, metil cavicolo, bergamotene, germacrene, cadinene e cadinolo. L’olio essenziale viene infatti utilizzato in campo alimentare come aromatizzante e nella liquoristica, ma viene utilizzato anche in campo erboristico,cosmetico e nell’aromaterapia (profumi, saponi ecc…). Un altro campo d’applicazione fondamentale è quello fitoterapico in virtù delle sue proprietà stomachiche, carminative, antispasmodiche, diuretiche, digestive, sedative, antisettiche, tossifughe, insetticide e nematocide. Un infuso preparato con foglie di basilico può essere utilizzato come digestivo e per i disturbi intestinali e stati dolorifici; l’inalazione di un infuso di basilico rinfresca la mente e stimola l’olfatto danneggiato da infezioni virali, mentre il vino preparato con foglie di basilico è tonico ed afrodisiaco in quanto questo stimola la corteccia adrenalinica, ed infine dei sacchetti di foglie essiccate fungono da antitarmici.